7.5.14

Pâte à choux

Sono, solitamente, una tipa precisa.
Metodica, risoluta.
Poi ovviamente ci sono le eccezioni, quelle che giustificano la regola si intende.

Per esempio, gli stampi da dolci devono essere tutti impilati secondo la loro dimensione, in modo tale che ognuno di essi possa essere perfettamente inserito in quello che sta sotto; i vestiti sparsi per la mia camera non sono stampi..
Altro esempio, piatti, posate, bicchieri e tazze devono essere riposti nella lavastoviglie in modo ordinato secondo le varie tipologie a cui essi appartengono; i libri di scuola non sono stoviglie..
Qualcosa mi dice che le eccezioni sono tutto più o meno legate alla mia camera..



Ricordo che una volta, beata innocenza infantile, mi misi a riordinare tutti i cd di mamma, disponendoli in ordine cromatico. A lavoro ultimato, dopo una buona mezz'ora o più, ero felicissima! la bellezza di circa 150 cd tutti belli ordinati, ah, quanta perfezione! Un'arcobaleno di musica si potrebbe dire.. corsi a chiamare la mamma per farle vedere il mio capolavoro: la prima vera dimostrazione che sapevo essere una donna di casa e che riuscivo a tenere in ordino ogni singola cosa, anche la più inutile! 
Però, c'è sempre un però, mamma non la pensava allo stesso modo.. anzi, si arrabbiò con me perchè lei li aveva riordinati secondo il genere di musica.. maiononlosapevo
Da quel momento i cd, i dvd e le vecchie videocassette non li tocco più.. ma nonostante questo piccolo dispiacere dato alla mia Perfezione, rimango sempre una ragazza dalla mentalità rigida non eccessivamente flessibile..


Essere precisi non è sempre un vantaggio, è vero, ma almeno se si tratta di disporre in modo ordinato i bignè su di una teglia credo di cavarmela abbastanza bene :)


Pâte à choux (dal libro Patisserie! di Felder) - tradotta da me dal francese ;)
125 ml acqua
125 ml di latte
1 cucchiaino raso di zucchero semolato
1 cucchiaino di sale
115 g burro a pezzetti
140 g farina setacciata
4 uova
+1 uovo per la doratura (io ho usato l'acqua)

Preriscaldate il nostro forno a 180° C.
In un pentolino versate l'acqua, il latte, lo zucchero, il sale e il burro a pezzetti e scaldate il tutto su fuoco medio. Quando il burro sarà totalmente sciolto e la miscela sarà ben calda, toglietela dal fuoco. Versate quindi la farina tutta in una volta e mescolate vigorosamente con una spatola di legno. Continuate a mescolare finchè la farina non sarà totalmente assorbita. Rimettete il pentolino sul fuoco medio e lasciate cuocere per circa 30 secondi mescolando costantemente, finchè la pasta non si staccherà dai bordi. Quanto la pasta si sarà sufficientemente asciugata mettetela in un altro recipiente per fermarne la cottura. Incorporatevi un uovo alla volta mescolando con un cucchiaio di legno. Continuate ad aggiungere le uova a poco a poco al fine di ottenere la consistenza desiderata. Non dovrà essere nè troppo dura, nè troppo morbida.
Riempite una sac à poche dotata di beccuccio tondo liscio da 8 mm.
Realizzate delle piccole palline su una placca da forno leggermente imburrata lasciando circa 2 cm di distanza tra l'una e l'altra. Dovrete ottenerne almeno 35.
Rompete l'uovo per la doratura, sbattetelo leggermente, e con un pennello applicatene un piccolo strato su ogni chou.
Infornate per 20 minuti a 180°C forno non ventilato (è importante non aprire lo sportello durante questi 20 minuti altrimenti gli choux si afflosciano). Quando sono cotti metteteli su una griglia e lasciateli raffreddare.

Note: per le spiegazione dettagliate leggete la pagina dedicata alla pasta choux del blog Teonzo
-attenzione: prima di aggiungere le uova assicurarsi che l'impasto non sia troppo caldo, altrimenti correrete il rischio di cuocere le uova!
-la quantità di uova dipende da molti fattori, il grado di assorbimento della farina, quanti liquidi sono evaporati in cottura, .. per cui potrebbero servirvi più o meno uova. Indicativamente, in grammi, il peso delle uova varia tra i 200 e i 240g. La pasta deve cadere pesantemente dalla spatola.
-è possibile utilizzare una planetaria per incorporare le uova.
-sempre a proposito delle uova è meglio prima sbatterle assieme tutte e quattro, in modo tale che, se ne serviranno tre e mezza, quel mezza non sarà tutto tuorlo o tutto albume ma un misto dei due.
-io, come vedete dalle foto, non ho formato i bignè sulla placca imburrata ma su un foglio di carta da forno
-l'impasto che vedete in foto è un po' troppo sodo, ma si sono gonfiati bene lo stesso(per fortuna), però andrebbe un po' più morbido..
-come ho già scritto negli ingredienti io non ho usato il tuorlo ma della semplice acqua. Ho usato un pennello pulito (meglio se in silicone) e ho "schiacciato" i "becchi" dei vari choux. Potete fare la stessa operazione anche usando le vostre dita leggermente bagnate.
-ho lasciato i primi 10 minuti di cottura a 200°C, poi ho abbassato a 180°C fino a completa doratura.


Me ne sono usciti parecchi, quindi la maggior parte li ho congelati! sono comodissimi, soprattutto quando si hanno gli ospiti dell'ultimo minuto che suonano al campanello ;)
Basterà tirarsi fuori dal freezer, lasciarli scongelare a temperatura ambiente (ci mettono mezz'ora, al max un ora), quindi passarli 2 minuti nel forno a 200° C in modo da farli tornare croccanti e poi farcirli!
Sono ottimi sia dolci che salati!

Questa è una delle prime ricette base che vi posterò prossimamente.. giusto per imparare a fare un po' di tutto! e anche perchè le ricette base servono sempre! 


Secondo me sono davvero fotogenici i bignè, avevo già provato gli chouquettes al caffè e cacao e neanche loro mi avevano deluso.. e poi dovevo provare queste nuove tavole blu, che finalmente entrano nel mio corredo di cianfrusaglie per la foodphotography :) 

alla prossima settimana, con, speriamo, un post tanto atteso.. incrociamo le dita :D
Un bacione e buona giornata
Silvia







47 commenti:

  1. Che foto belle! Mi sto sfogliando il tuo blog e mi rilasso! Proprio brava! Complimenti! Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Simo, è bello sapere che il mio blog ti rilassa <3 grazie di essere passata, spero di vederti presto, un bacio!

      Elimina
  2. sono perfetti! belli belli belli, poi non sono nemmeno facilissimi da fare, quindi brava! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non facilissimi, ma fattibili :) a me la prima volta son venuti dei "savoiardi".. erano delle sottilette e non erano lievitati per niente, poi mi hanno spiegato bene il procedimento e ne ho visto la realizzazione.. ora devo perfezionarmi ma direi che sono sulla strada giusta :)
      Un bacio e buona serata!

      Elimina
  3. Anche io sono parecchio metodica, per non dire precisina... so che posso essere davvero rompiscatole, negli anni mi sono ammorbidita ma mi rimangono alcune fisse su cui non riesco a fare nulla :)
    I tuoi bigne sono perfetti, hanno tutta la mia approvazione e anche a me piacciono un sacco!
    Non avevo mai pensato di congelarli, ottima dritta ;)
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei in buona compagnia con me allora ;) probabilmente andremmo d'accordo io e te, due precisine.. :) davvero non sapevi che si potessero congelare?? beh, meno male che l'ho scritto.. è davvero facile e stra comodo, anche perchè te ne vengono fuori sempre troppi rispetto a quelli che devi usare, e diventano flosci in poco tempo, per cui il freezer è sempre la soluzione migliore! Un bacio, buona serata!

      Elimina
  4. Silvietta, complimenti come sempre, per le foto e per la ricettina! Sono mesi che li voglio rifare ma ancora non ci sono riusvita. Un bacione!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, direi che p normale rinviare di qualche mese le ricette da provare, sono sempre troppeee :) grazie per i complimenti, un abbraccio! :D

      Elimina
  5. Che meraviglia!
    Subito nei bookmarks dei dolci...e che foto stupende!
    Bravissima!
    Ti auguro un buon pomeriggio
    Lou

    RispondiElimina
  6. Sono venuti benissimo!!! Mi sono ricopiata la tua ricetta ... appena ho un po' di tempo, senza le bimbe in giro per casa, provo a farli!! Grazie cara!!
    buona giornata
    Manu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che mia è di Felder ;) ogni ricetta è assicurata, mi sono innamorata del libro!
      E' si meglio che aspetti di non avere gente per casa, non sono difficili ma serve un po' di calma e tempo :)
      Un bacione <3

      Elimina
  7. Sono perfetti tesoro come sempre mi incanti cosi come le tue foto sempre ricche di fascino...sei bravissimisssima <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Imma, sono i dolci a essere un'incanto, non le foto ;) è tutto merito della loro bontà!
      Un bacione enorme, buona serata!
      <3 <3 <3

      Elimina
  8. E lo sai che non potevo perdermeli!!! Sapevo cos'erano!!Hai scritto un post simpaticissimo, io sono ordinata come te, almeno all'inizio, impilo e ordino tutto... Poi man mano che uso faccio caos. Tra gli stampini, con i vestiti, con i libri. Il mio alter ego ogni tanto urla e rimetto tutto in ordine e ricomincio il giro :-D Dimmi tu chi sta peggio :-) Provero questa ricetta( se poi l'hai tradotta tu!! ) e hai ragione: sono strafotogenici! Anche se mi sorge un dubbio. Con te è fotogenica pure una banana -.- Ti bacio piccina:-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheh, ma adesso tu mi spii su Flickr, lo so sai :D
      Anche io inizio con l'ordine, poi non so come sparisce! Tipo, inizio la ricetta con tutti gli ingredienti pronti davanti a me, belli pesati precisi ordinati.. e finisco con l'avere la cucina che sembra un deposito pentole sporche di un ristorante con almeno 100 coperti :D e poi indovina a chi tocca lavare?? a meee!
      Ma dai, le banane sono fotogeniche, sul serio :) prova e vedrai!
      Un bacione, a presto, con i post che ti ho promesso <3

      Elimina
  9. Che belli Silvia.. perfetti..pronti da riempire, e che belle foto mi stupisci sempre!! Dani :)

    RispondiElimina
  10. direi stra-fotogenici, belli bellissimi, come sempre del resto. Riguardo all'ordine ehmmmm è un termine che non ho mai ben afferrato in realtà ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ordine? quale ordine? quello fatto online per comprare gli stampi per i dolci?? quell'ordine mi piace assai :D un bacio <3

      Elimina
  11. Domanda di grazia:dove li trovi gli accessori per la fotografia? Chiedo a te che sei super attrezzata, essendo io alle prime armi, ancora mi dimeno tra panelli e sfondi particolari...a parte ciò gli impasti base sono il principio della pasticceria, fai bene ad osare e a proporcele.
    Questi mini bignè ti son usciti quasi perfetti (occhio clinico il mio, dopo le innumerevoli strigliate dal capo pasticcere del laboratorio dove lavorai, ora non sbaglio più e al contempo noto le differenze), ma con la pratica di perfeziona tutto, giuro!!!!
    Un abbraccio
    P.S. Son curiosa di vedere la nuova idea che ti frulla in testa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tesoro :)
      alors, gli accessori per la fotografia li trovo sparsi per casa, abito in semi-campagna, la mia è una casa vecchia, corredata di granaio e fienile, entrambi pieni zeppi di cianfrusaglie, soprattutto tavole di legno :) il resto faccio un po' di shopping ai mercatini dell'antiquariato.. ti chiedo qualche giorno di pazienza e tanti tuoi dubbi in merito a questo saranno chiariti,, aspetti? :D
      Hai ragione a dire che sono quasi perfetti, è la seconda volta che li faccio a casa da sola, escludendo la prima in cui avevo prodotto dei savoiardi, tanto erano piatti ;)

      Ti aspetto la prossimo settimana eh, un mega bacio!
      <3

      Elimina
  12. Cara Silvia, come sempre le tue foto mi lasciano a bocca aperta! E non sono da meno i bignè! Bellissimi e ordinatissimi come tanti soldatini! Pensa che da quando ho fatto la lezione sui bignè nel corso di pasticceria non li ho più fatti a casa (la teglia bucata non ce l'ho...) ora tu mi hai fatto veramente venire tanta voglia di provare!
    Bravissima Silvietta!
    Un abbraccio
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma in realtà non credo sia necessaria la teglia bucata. io l'ho usata per un fatto estetico :D hahaha, gli altri che ho cotto nella teglia liscia sono venuti bene lo stesso, prova e vedrai che verranno perfetti anche a te! Buttati :) per qualsiasi cosa sono qui eh..
      Un abbraccio

      Elimina
  13. che belli sembrano tanti soldatini,felice serata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sisi :) lo sembrano davvero, soldatini buoni e obbedienti :)
      Un bacio!

      Elimina
  14. che meraviglia di perfezione!!
    ahahah sono ai tuoi antipodi purtroppo!!
    bellissime foto, complimenti per la ricetta
    bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai tranquilla Anna, ci siamo passate tutte :)
      grazie mille per i complimenti, un bacione!

      Elimina
  15. Rimango incantata sempre dalle tue foto... sono cosi vere e belle!
    Complimenti...
    P.S. Anch'io sono molto ordinata e metodica... :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Michi :) ora non mi sento più sola ;) ehehe, siamo in tante ad essere metodiche a quanto pare :)
      Un bacione e buona giornata!

      Elimina
  16. Le foto sono davvero bellissime come sempre, ma questi bignè mi hanno incantata! Anch'io li faccio spesso e ho un post pronto da prima di Pasqua che aspetta solo di essere pubblicato, anche se non e' bello come questo!!! Davvero bravissima. Silvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma va lààà, tanto so già che il tuo post sarò bellissimo!! Dice sempre che le tue foto non sono belle, e poi puff, sembrano uscite da un fotografo professionista ;) meglio che torno a fare i bignè va :D un bacione enorme, grazie dei complimenti e di essere passata..
      Buona giornata <3

      Elimina
  17. Io invece sono proprio il contrario di te, nonostante la mia professione, nonostante ci provi fino all'inverosimile non riesco ad essere ordinata :) Bellissimi e foto straordinarie.
    A presto, Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma così mi incuriosisce, che mestiere fai???? comunque credimi, anch'io sono un po' disordinata, ma solo in certe cose ;) in altre sono fin troppo rigida :)
      Bacio <3

      Elimina
  18. Mi hai fatto ricordare quando decisi di mettere in ordine tutti i libri di mia mamma.... Per fare più ordine visivo le buttai via tutte le sovra-copertine.... Me ne pentii amaramente!
    Tornando ai tue bigné direi spettacolari attraverso le tue foto!
    Sei bravissima!
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caspita cara, tu si che avevo fatto un lavoro ad hoc :) hahahaha, sicuramente era tutto molto più ordinato ;)
      Grazie mille per essere passata e per i complimenti :) un bacione enorme! <3

      Elimina
  19. Mi hai fatto ridere Silvia!!! Io sono estremamente ordinata in una stanza : la cucina!!!!! Tutto il resto è ordinato ma non necessario per il mio modo di vivere:-) I bignè sono bellissimi, e adoro quel libro ( che ho trovato in italiano ) !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho volutamente comprato in francese, in primis perchè lo adoro come lingua.. e poi perchè avevo sentito che c'erano degli errori di traduzione.. beh comunque capisco tutto delle ricette, è una lingua che ho studiato alle medie, per cui mi trovo bene :) e fa molto fico avere un libro del genere tutto in lingua ;)
      un bacione!

      Elimina
  20. La vista di questi bignè perfetti mi hanno attirato sul tuo blog; complimenti, ricette chiare ed originali :)
    Mi sono unita ai tuoi lettori, se ti va passa anche da me :)
    Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria :) Benvenuta nel mio blog!
      Un bacione e buona giornata <3

      Elimina
  21. Silvietta bravissima, quanta perfezione, talento da vendere!!! ;-) E' normalissimo, anche io come te avrei riordinato i cd in ordine cromatico, saranno tutti quei colori con cui spesso abbiamo a che fare che ci hanno reso così meticolose, e cromaticamente schematiche e un pò "spicopatiche" (parlo di me ovviamente, tranquilla) ;-)
    Un bacione bella... su, che per te la scuola sta finendo! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Simo, siamo un po' fissate con la cosa dei colori.. tra smalti, cd, libri e quant'altro casa mia sembra un catalogo della Pantone :D hahahah
      Un bacione, a presto <3
      Buona domenica :D

      Elimina
  22. That looks great! Isn't it so amazing how they puff up so much?!

    RispondiElimina
  23. Ma pensa che non li ho mai fatti, adesso con la tua spiegazione e ueste fantastiche foto quasi quasi ci provo!
    Un bacino,
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai vai, poi fammi sapere come vengono :)
      bacio!

      Elimina
  24. Ciao Silvia, ti ho scoperta da un pò...mi piace tantissimo il tuo blog! Foto splendide e molto personali! Bellissime ricette!
    Un abbraccio!
    Ila

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ilaria :) grazie di cuore per i complimenti.. tra qualche settimana torno all'opera, ti aspetto!
      un bacio!

      Buona giornata

      Elimina